🇮🇹 Presidente Lenin Moreno: l’Alleanza del Pacifico e l’Accordo con l’Union europea

0
285

🇵🇪Castellano

Un anno fa, il presidente Lenin Moreno aveva annunciato la sua intenzione di far parte dell’Alleanza del Pacifico, con il desiderio di riattivare la situazione economica dell’Ecuador. In realtà, l’Ecuador manca nella geografia dell’Alleanza del Pacifico. Il presidente Moreno spera che il suo paese riceva più di 7 miliardi di dollari di investimenti in pochi anni, grazie all’attuazione di incentivi. Le misure sono quelle attuate con successo nell’Unione europea, queste sono: libera circolazione di beni, servizi, capitali, persone, libertà di importazione, libertà di rimpatrio dei profitti.

In occasione dell’incontro APICES a Roma, abbiamo parlato con il presidente Lenin Moreno.

Signor Presidente, qual è la sua impressione riguardo il recente incontro dell’Alleanza del Pacifico a Lima?

È molto positiva, siamo in un mondo in cui non possiamo essere isolati, i negoziati si fanno in blocco, la prossimità è continuità, è l’opportunità che abbiamo con tutti i paesi che formano l’Alleanza del Pacifico. Tutti hanno espresso il desiderio che l’Ecuador sia un membro a pieno titolo dell’Alleanza del Pacifico e siamo disposti a farlo.

Dovrebbero ancora definire alcuni protocolli con alcuni paesi dell’Alleanza? Ci vorranno un paio di anni?

Sì, con il Messico, con il quale non abbiamo ancora un accordo commerciale. Nei prossimi giorni parlerò con il presidente Manuel Lopez Obrador, per accordarci, è un caro amico. Non credo ci voglia così tanto tempo, la decisione è quella di formalizzare l’ingresso dell’Ecuador nell’Alleanza del Pacifico all’inizio del prossimo anno, è possibile che lo realizzeremo, è lo spazio di tempo che ci siamo dati. Questo settembre, sarò probabilmente in Messico, a parlare con l’amico López Obrador. Abbiamo già il supporto e il desiderio di tutti, come sempre, ci sono cose che devono essere perfezionate. 

Come valuta l’ingresso dell’Ecuador nell’Accordo Multiparti con l’Unione Europea?

Bene, è molto positivo, tutti i paesi hanno accordi con l’Unione Europea. Inoltre, non dimentichiamo, grazie a loro, Cile, Perù e Colombia hanno ottenuto il Visto Schengen, abbiamo già fatto la richiesta ai diversi paesi europei per poi proporlo all’Unione Europea.

Mi congratulo con lei, Presidente Lenin Moreno, sotto la sua presidenza l’Ecuador si sta inserendo nel mondo con agilità.

 

Rimangono indietro, anche se vale sempre la pena ricordare l’ex presidente dell’Ecuador Correa, con il suo movimento Alianza País ha mantenuto una stretta vicinanza all’ondata rosa che copriva gran parte dell’America Latina. È durato dieci anni la sua presenza nella presidenza ecuadoriana, allontanando il suo paese dalle strutture che favoriscono la libera impresa, impedendo la crescita dei suoi cittadini, incoraggiando la migrazione, Correa ha attaccato l’Alleanza del Pacifico, secondo lui “voleva creare un mercato pieno di consumatori”, denominandolo “il restauro conservativo, per contrastare l’UNASUR”. Sono tempi passati, dipenderà dai cittadini latinoamericani che loro non tornino più al potere. Adesso Correa vive a Bruxelles, gode di tutti i benefici del libero mercato e dello sviluppo dell’Union europea.

Compartir
Artículo anteriorEl arte del compromiso está siempre presente. Isabel Recavarren
Artículo siguienteOdebrecht anuncia su quiebra (final) Jorge Zavaleta
Isabel Recavarren
Peruana e Italiana. Jurista. Periodista. Abogada. Universidad Mayor de San Marcos. Master en Organismos Regionales e Internacionales de Desarrollo, Universidad de Piura. Master en Derecho y Economía de la Unión Europea-Universidad Statale di Milano. Doctor de Investigación en Derecho Internacional de la Economía-Universidad Luigi Bocconi. Fundadora: CEFIAL-UE y Panorámica Latinoamericana. Fundadora y Coordinadora del Foro Euro-Latinoamericano de la Mujer. Lema: El conocimiento genera desarrollo. Las personas con conocimiento constituyen el mejor recurso de una Nación.

Dejar respuesta

Please enter your comment!
Please enter your name here