“Killing Tigers” sarà presentato in anteprima il 5 luglio

0
130

La serie di Stefano Fossa scommette sul talento venezuelano di New York City

Il 5 luglio ci sarà il lancio della prima serie venezuelana prodotta negli Stati Uniti, “Killing Tigers”. La notizia è stata confermata dal regista Stefano Fossa, che è anche scrittore, produttore esecutivo e attore di “Killing Tigers”.

“L’intera serie è prodotta con il talento venezuelano”, ha affermato il giovane creatore italo- venezuelano, che da New York ha concentrato tutti i suoi sforzi per dare spazio ai suoi connazionali nel difficile e competitivo mondo della produzione cinematografica americana.

Stefano Fossa ha una solida formazione audiovisiva, che gli ha permesso di muoversi all’interno della grande mecca del cinema. I suoi primi passi nella recitazione sono iniziati all’età di 17 anni in Venezuela, sotto la guida della famosa insegnante Matilda Corral e ciò che è iniziato come un hobby l’ha poi portato a studiare produzione cinematografica presso l’Università delle Arti Creative a Londra. Fossa ha fatto parte dell’accademia teatrale “Quelli di Grock” di Milano per due anni e, nell’estate del 2010, ha deciso di vivere a New York per completare i suoi studi di recitazione presso lo “Stella Adler Studio”.

Dopo una carriera di ben nove anni nella Grande Mela, ora Stefano Fossa ha raggiunto un nuovo traguardo con la presentazione della serie “Killing Tigers”. Il regista ci presenta una serie di alta qualità cinematografica, che racconta gli ostacoli sperimentati dai venezuelani che cercano una nuova vita a New York. Così, utilizzando lo slang “uccidendo tigri”, che si riferisce a qualsiasi tipo di lavoro che serve per sopravvivere, la serie presenta una serie di situazioni inaspettate, avventure e disavventure, che riescono a catturare l’attenzione dello spettatore dall’inizio alla fine.

A ricoprire i ruoli principali sono Samantha González (Gaby) e lo stesso Stefano Fossa (Stefano); sono presenti nella serie anche Edouard Leret (Alberto), Cesar A. Cova (Rafa), Gabriella Campagna (Federika), Claire Lucido (Claire) e Shane Jensen (Josh).

Ogni personaggio è interpretato con alta professionalità e sobrietà, aspetti che li rendono molto convincenti. C’è la ragazza che sogna di essere un’attrice, il banchiere, l’artista che è appena arrivato in città e non ha idea di dove si trovi, il dottore, e dalla storia di ciascuno emergono gli ostacoli nell’adattamento affrontati dai migranti venezuelani in terre sconosciute.

“Killing Tigers” è l’opera prima di Stefano Fossa e ha tutti i requisiti per diventare un clamoroso successo dello streaming. Dal 5 luglio sarà possibile vederla sul sito www.killingtigerstv.com

Dejar respuesta

Please enter your comment!
Please enter your name here