Presentazione a Lugano in Svizzera di “Quale Europa cristiana?”

0

Uno strumento di orientamento
per ulteriori conoscenze attorno a due elementi cruciali della nostra civiltà:
l’assoluta contingenza non solo delle persone, ma dell’intero universo;
la permanenza storica del Consiglio d’Europa
fondato con la sua [nostra] Corte europea dei diritti dell’uomo,
a fronte di un’aleatoria stabilità dell’Unione Europea.
L’Europa trova le sue radici culturali nell’eredità della civiltà greca e latina,
innervata, corretta e rilanciata dall’alterità del pensiero cristiano.
Il cristianesimo, sui pilastri della religione ebraica, ha assunto, approfondito e piegato
alle novità della rivelazione ebraico-cristiana
le strutture del pensiero greco e la forza organizzativa e pratica del mondo latino. L’energia plasmatrice ha dato forma alla civiltà europea in Oriente e in Occidente, nonostante le dolorose fratture, succedutesi nel corso dei secoli,
all’interno dell’unica Chiesa.
Il libro, focalizzandosi, anche nelle arti figurative, sulla Riforma,
mostra le dimensioni fondamentali
che definiscono l’universale consorzio umano esprimibili in termini
di anima, libertà, ragione, fede, volontà, azione e spirito.
L’unità, cui aspira l’Europa, può far leva sul caposaldo culturale e politico
del Consiglio d’Europa, sorto prima ancora dei vari trattati economici.

Dejar respuesta

Please enter your comment!
Please enter your name here