Gisela Simas sbarca alla Biennale di Venezia

0
104

Il “nuovo modernismo” della designer brasiliana Gisela Simas sbarca alla Biennale di Venezia

Una seduta contemporanea che raccoglie in sé l’eredità del modernismo brasiliano, ricchissimo periodo delle arti, dell’architettura e del design della grande nazione sudamericana. Gisela Simas presenta l’esclusiva poltrona con pouf Bia alla mostra Venice Design, organizzata dall’ European Cultural Centre, uno dei più importanti eventi che si svolgono contemporaneamente alla Biennale di Venezia, dal prossimo 11 maggio al 24 novembre, nello storico Palazzo Michiel.

Realizzata sfruttando il know-how dell’azienda portoghese Época per il marchio Gisela Simas, la seduta in rovere si caratterizza per il suo design vigoroso, tratti rettilinei sottili e d’impatto, gambe in legno e metallo con intersezioni a 45 gradi, e uno stile che richiama il famoso movimento artistico esploso nella prima metà del XX secolo che ha rivelato nomi come Oscar Niemeyer e Lina Bo Bardi. La seduta, imbottita in feltro burel impermeabile, si distingue per le nuances, sobrie e sofisticate, che sembrano fondersi.

Bia – un tributo alla sorella della designer, Beatriz, così affettuosamente soprannominata – ha un senso poetico legato alla sua creazione. “La sua struttura è ispirata alla forma di un boomerang, un oggetto che richiama l’atto di lanciarsi verso l’infinito, la sensazione di libertà. Libertà, concetto che ha spinto i modernisti a rompere con le tradizioni. Inoltre, il boomerang torna al suo punto di partenza. Bia è un mobile che, anche attraverso uno stile moderno e internazionale, rievoca la memoria di un periodo significativo per il design. Ciò non è stato intenzionale, solo dopo la creazione di Bia ho percepito quanto questa influenza avesse permeato lo spirito del progetto”, spiega la designer brasiliana.

Gisela Simas crede che una delle finalità del design sia l’interazione. E proprio per questo, i suoi pezzi vengono concepiti a partire da questo pensiero. “Il legno, per me, è una passione. Creo arredi con l’obiettivo di farli “dialogare” con gli utilizzatori, che possono offrire una sensazione speciale al tatto, che abbiano un ruolo da protagonista nell’ambiente. Nel caso della poltrona Bia, l’intenzione era proprio quella di realizzare una seduta di carattere visivo e strutturale più leggero, facile da spostare, compatta e comoda. Un invito a sedersi sulla poltrona e a viverla”, specifica Gisela.

La designer (BIO)

Da più di 20 anni nel mondo del design, la brasiliana Gisela Simas è conosciuta per le sue opere che associano innovazione progettuale ad accurate tecniche di produzione. I suoi pezzi si rivelano per le forme suggestive grazie all’eleganza e i movimenti fluidi che danno vita a uno stile moderno, ma molto personale. La designer brasiliana è alla guida di due studi di architettura e design, a Rio de Janeiro e a Londra, città quest’ultima in cui ha vissuto per dieci anni e dove si è specializzata in furniture e industrial design alla Central Saint Martins.

I suoi lavori hanno attirato l’attenzione di rinomate gallerie ed esclusivi negozi e vengono presentati in manifestazioni internazionali come la Milano Design Week, dove il prossimo aprile presenterà il “drink trolley” CE, sviluppato esclusivamente per il marchio Espasso, con indirizzi a Londra, Los Angeles, Miami e New York.

Nel 2018, Gisela ha ricevuto l’European Design Award per la sua lampada da soffitto “Congonhas” e nel 2019 è stata nominata per il German Design Award.

www.giselasimas.com

VENICE DESIGN
De 11 maio a 24 de novembro 2019
Palazzo Michiel – Strada Nova, 4391 – Campo Santi Apostoli – 30121 Venezia – 1° piano (250m dal Ponte del Rialto, Canal Grande) Orari: dalle 10.00 alle 18.00 – Chiuso i martedì 

Dejar respuesta

Please enter your comment!
Please enter your name here